AddThis Social Bookmark Button

Come risparmiare

  • Come risparmiare

    RISPARMIO ENERGETICO

    Se il potere d’acquisto degli Italiani è andato sempre calando negli ultimi anni, la parola d’ordine per guadagnare qualcosa è: Risparmiare.

    Risparmiare lo si può fare in tanti modi: stando un pò attenti alle proprie abitudini oppure consumando meno ciò che fino a ieri si consumava con leggerezza.

    Ecco che allora si potrebbero scartare i prodotti usa e getta, come pile, acqua in bottiglia, stoviglie mono-uso, borse di plastica, pannolini per neonati e persino assorbenti femminili.

    Lo sai invece che oggi ogni prodotto che crea spazzatura ha il suo equivalente ecologico? Tantissime cose, più di quanto immaginiamo, potrebbero essere riutilizzate all’infinito e fare in modo che non diventino una voce di spesa costante nel tempo.

    risparmio energeticoTutti sanno che è possibile anche ridurre lo spreco energetico sostituendo lampadine a incandescenza con quelle alogene che durano molto di più incidendo meno sulla bolletta luce. La scelta degli elettrodomestici deve ricadere su quelli di classe A o A++.

    Mettere in sicurezza da spifferi le finestre e isolare i muri da dispersioni di calore possono ridurre di molto le spese di riscaldamento e ridurre le stratosferiche bollette del gas.

    Però senza affrontare spese troppo onerose, ognuno di noi con piccoli gesti quotidiani potrebbe fare tanto per l’ambiente e la propria salute, risparmiando: è risaputo che vestire indumenti di cotone non trattato, specialmente quelli a diretto contatto con la nostra pelle, possibilmente non colorati, evita allergie e costanti aggressioni al sistema immunitario.

    Anche usare detersivi a base vegetale evita rossori ingiustificati e improvvise allergie.

    Sicuramente una delle massime voci di spesa che dobbiamo sostenere settimanalmente e quella che riguarda i nostri spostamenti in città e quindi non solo tenere d’occhio il caro benzina (scegliendo il distributore meno caro) ma anche le voci di mantenimento del mezzo auto, moto o mezzo pubblico.

    In realtà anche per queste abitudini si potrebbe fare tanto per risparmiare ed evitare che si arricchiscano sempre e solo i soliti noti che hanno tutto l’interesse che si mantenga lo status quo e nulla cambi.

    COME RISPARMIARE RISPETTANDO L'AMBIENTE

    Biocosmo.net invece propone moltissimi spunti di risparmio e benessere per la natura, noi stessi e il nostro portafoglio.

    Partiamo proprio da questo ultimo punto: è da diversi anni che sentiamo parlare di mezzi elettrici di cui la massa è per lo più ancora scettica per i problemi di scarso chilometraggio e velocità.
    In realtà, tutta la questione ruota al cambio di mentalità che dovremmo fare tutti quanti, riferito alla nostra abitudine di utilizzare l’auto e la moto.

    Non si capisce perché per quanto riguarda ad esempio il cellulare, non ci facciamo problemi per la ridotta autonomia che hanno le batterie, a ricaricarlo veramente spesso, mentre l’idea di avere un’auto o uno scooter che dovremmo tenere in carica ogni notte ci spaventa tanto.
    Veramente questo passaggio all’elettrico sarebbe per la nostra economia un passo epocale che ci libererebbe dal caro-petrolio, cambierebbero gli equilibri di alleanza geopolitiche, risparmieremmo il transito di petroliere in zone incontaminate, ci risparmieremmo le giornate e le aree di chiusura al traffico nelle nostre città, inquinamento acustico e atmosferico e soprattutto faremmo 150km con 1 solo euro a 100km/h.

    Già solo a pensare a queste cose ci rende chiaro quanta responsabilità hanno le nostre scelte oggi , che ricadranno sulle generazioni future.

    Il cambiamento potrebbe essere tutt’altro che brusco: per prendere confidenza con questi mezzi rivoluzionari si potrebbe cominciare ad utilizzare biciclette elettriche e ne beneficerebbe anche la nostra salute.

    Passare successivamente allo scooter elettrico senza bruscamente sostituire la propria auto.

    Per questi mezzi anche la manutenzione è equiparabile allo zero assoluto in quanto non hanno bisogno di cambio olio, filtri e liquidi, ma anzi essendo molto più semplificati non hanno bisogno di controlli periodici ne straordinari.

    Il mantenimento è veramente vantaggioso perché oltre a non comprare più benzina (immagina quanto puoi risparmiare) anche la tassa di possesso (bollo) è gratuita per 5 anni e l’assicurazione la metà per sempre.

    È tutto vero e già alla portata di tutti.come risparmiare benzina

    L’inquinamento poi si può combattere proteggendo le nostre falde acquifere e quindi l’acqua che beviamo, in tanti modi.

    I detersivi possibilmente preferiamoli non chimici, senza sbiancanti che non lavano ma coprono e profumano senza realmente pulire. Lo slogan del “bianco più bianco” sarà difficile da togliere dalla testa della gente che è stata martellata per 50 anni da falsi miti.

    Preferiamo un lavaggio più spento ma sicuramente più naturale (meno finto) con detersivi-bio che vengono dalla natura e tornano alla natura senza recare danno a nessuno.

    Ne esistono anche di concentrati che diversamente diluiti in acqua sono adatti per tutte le superfici di casa. Questo eviterebbe anche di gettare tanti flaconi in discarica.

    Anche il problema dei rifiuti potrebbe essere molto più ridimensionato se preferissimo prodotti con imballaggio ridotto (mi sono sempre chiesto: perché tutti i dentifrici devono avere la scatola?), scegliamo quelli con un contenitore poco appariscente per il quale siamo sicuri che i nostri soldi vanno tutti nella qualità del contenuto.

    Se per i nostri vestiti usiamo detersivi biologici, tanto più per la nostra pelle utilizziamo cosmesi naturale e poco aggressiva, senza metalli e conservanti.

    Biocosmo propone la cosmesi fresca fatta su misura per te: essendo la crema, lo shampoo, il sapone privi di conservanti, vanno tenuti in frigo per al massimo 40 giorni; in questo modo le proprietà naturali dei componenti attivi delle erbe sono più efficaci e portano risultati visibili in minor tempo.

    La salute e lo stato di benessere si può prolungare con una buona alimentazione.
    Per questo Biocosmo ha stretto accordi con “La Finestra sul Cielo” che offre una vasta gamma di alimenti sani, tra i quali anche senza zuccheri, senza lieviti e senza glutine.

    I rifiuti poi si possono ridurre in ogni momento della nostra giornata cambiando abitudini e sostituendo prodotti di largo consumo con altri più “intelligenti”.
    Si sente tanto parlare di quanto inquinano i pannolini dei neonati che nei soli primi tre anni di vita possono produrre fino a 1 tonnellata di rifiuto non compostabile ne biodegradabile.

    Molto più utile sarebbe utilizzare i pannolini lavabili che con soli 2 kit da 20 pezzi possono far risparmiare fino a 1200euro all’anno (compreso il consumo di luce e acqua per il lavaggio).
    Ma sempre poco si parla di quanto gli assorbenti femminili inquinino per tutto il periodo di fertilià di una donna. Questi oggetti presentano gli stessi problemi di smaltimento dei pannolini, ma allora perché non usarne altri fatti in Materbi? Questo è un polimero che proviene da fonti vegetali (amidi, olii da colture selezionate per uso non alimentare). Si presenta in granuli e si presta ad una lavorazione molto simile a quella delle plastiche tradizionali.
    Il Mater-Bi®, in diversi gradi, è biodegradabile e compostabile.

    Viene usato anche per fare piatti , bicchieri, posate e contenitori per vari usi alimentari, degradano in pochi mesi e sono molto usati ultimamente nelle sagre e nelle fiere.

    Anche per i nostri picnic sarebbero ottimi.

    Nel sottolavello della cucina andrebbe installato poi un composter domestico che attraverso il recupero del rifiuto umido quotidiano, in pochi giorni genera humus fertilizzante per concimare le piante di casa e dell’orto. Le amministrazioni dovrebbero incentivare questo tipo di tecnologia, il consumo energetico è di soli  0.50€/mese - meno di quanto avrebbe bruciato in gasolio un camion della spazzatura  per portare via i rifiuti stessi e la bolletta forse calerebbe.

    Ridurre la bolletta della luce è poi possibile con un Standby-killer che disconnette tutte le spie luminose che hai in casa con un solo gesto del tuo telecomando TV. Con lo stesso gesto li riaccendi e basta sprechi senza cambiare abitudini.

    Inoltre se non vuoi passare alle pile ricaricabili esistono oggi molti dispositivi che permettono di essere sempre carichi grazie all’energia solare o all’energia dinamo: radio, bilance, sveglie, torce e anche carica cellulari.
    La bolletta non sarà più un peso.

    Oltre al cibo anche le pentole hanno la loro importanza: noi proponiamo “Le pentole della Salute” ricoperti da una speciale lega in ioni di argento che essendo un naturale antibatterico previene il proliferare di muffe e batteri, l’attaccarsi di calcare e residui di cibo (molto richiesta la caffettiera “Squisita”) e distribuisce in pochi secondi il calore su tutta la superficie della pentola.

    Questo permette di cuocere più velocemente e quindi di consumare meno gas.

    Sono antiaderenti e hanno una azione antiossidante per la massima conservazione delle proprietà nutritive dei cibi.

    Per cuocere senza fuoco esistono le cucine, i barbecue solari e gli accendini solari.

    Veramente pensiamo che solo la pigrizia ci frena al cambiamento, perché le possibilità ci sono e sono tutte a nostro vantaggio. Non abbiamo scusanti.

    Le proposte di Biocosmo sono ancora tante e spaziano dall’arredamento modulare fatto con cartone riciclato e pressato costituito da pannelli montabili senza utensili, duri quanto il truciolare.

    Abbiamo indumenti intimi anallergici in cotone organico, ma anche scarpe fatte in materiale che non hanno alcuna provenienza animale e quindi con certificazione “Vegan OK”.
    Bellissime le scarpe totalmente in sughero che fanno star comodo il piede e quindi tutta la persona.

    Molto richiesto il marsupio Manduca porta bebè che cresce insieme al bambino e distribuisce il peso salvando la schiena di mamma e papà.

    Molto visitata è la sezione dei giochi ecologici in fibra di mais (Happy Mais), quelli in legno certificato FSC e i soldatini in Materbi.
    In materiale riciclato anche i cartonati 3D che, a grandezza di bambino, realizzano casette, castelli , missili e aereoplani in cui il bambino può fisicamente entrare e inventare storie.

    Ora siamo noi che non dobbiamo più inventare storie!

    Ci vorrebbe che diventassimo tutti un po più Eco-isti !!

News

Tutto quello che TV e giornali non ti diranno MAI

Maggiori informazioni

Come risparmiare

Metodi e nuove abitudini per risparmiare senza inquinare

Maggiori informazioni

Tu e Biocosmo

lavora con noi o arricchisci il tuo shop... andremo lontano

Maggiori informazioni